Cerimonia finale del Programma APD-Swat (IAO, 17 aprile 2015)

La cerimonia finale del Programma ADP-Swat, realizzato dall'Istituto Agronomico per l'Oltremare (IAO) e finanziato dal Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), attraverso la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS), si è svolta presso lo IAO il 17 aprile 2015. Una delegazione di rappresentanti dei partner locali provenienti dal Pakistan, ha preso parte all'evento.

 

Alcuni rappresentanti del MAECI sono intervenuti durante la manifestazione e, in particolare, il dott. Filippo Alessi dalla Task Force Pakistan, Afghanistan e Myanmar e la dott.ssa Bianca Pomeranzi, esperto gender. L’evento ha registrato un alto numero di partecipanti. Tra le delegazioni delle istituzioni e aziende hanno partecipato alla cerimonia: Università italiane (Università di Firenze, Università di Roma Tre, Università La Sapienza), ONG (OXFAM Italia e Nosotras), centri di ricerca (Fondazione Edmund Mach), settore privato, Istituto Tecnico Agrario di Firenze e Fondazione Slow Food.

 

La cerimonia, organizzata con l'obiettivo di dare la giusta visibilità in Italia alle attività svolte sul campo dai partner locali IAO, è stata suddivisa in 4 blocchi principali. Un primo introduttivo in cui sono intevenuti il direttore generale IAO dott.ssa Mariarosa Stevan, il dott. Filippo Alessi, il dott. Muhammad Akhtar Abbas (in rappresentanza del Consolato della Repubblica islamica del Pakistan) e la dott.ssa Bianca Pomeranzi. Un secondo blocco, con gli interventi del Project Manager dott. Paolo Enrico Sertoli e il coordinatore in loco dott. Salvatore Farfaglia, seguita dalla proiezione del documentario del progetto. Nel terzo e nel quarto blocco, il dott. Marco Vacirca, collaboraore tecnico, il dott. Muhammad Uzair, Direttore distrettuale AED (Agriculture Extension Department, Swat), il dott. Abdul Bari, Direttore ARI (Agriculture Research Institute, Mingora), la dott.ssa Mah Rukh Qasim, Assistant Director UAP (Università di Agraria di Peshawar) e la dott.ssa Aalia Khush Bakht, Programme Officer IRM (Institute of Management Rurale) hanno dato il loro importante contributo all'evento.

 

Oltre alle componenti agricole, discusse dettagliatamente nel terzo blocco, grande importanza è stata data alla componente di genere, attuata sul campo dall’ UAP e IRM. In un contesto socio-economico complesso come quello del distretto di Swat, l'istruzione delle donne non è sempre garantita e il successo dei corsi di formazione su argomenti tecnici organizzati dallo IAO in collaborazione con i partner locali, può essere considerato uno dei principali risultati del programma.